Skip to main content

Ricerca

Ricerca
Cibi che causano diarrea e buone abitudini alimentari

Title

Il tuo intestino va d'accordo con quello che mangi?

Sembrerà scontato, ma il cibo e il modo di mangiare possono avere serie conseguenze sul benessere intestinale. Mangiare alcuni tipi di alimenti, mangiare troppo o troppo velocemente può ricoprire un ruolo cruciale nel provocare la diarrea.

Prenditi cura del tuo sistema digestivo

Chi soffre di sensibilità intestinale non è per forza condannato a privarsi dei piaceri della tavola. Ci si può prendere cura del proprio apparato digerente e del suo benessere in diversi modi: mangiare più lentamente, apportare delle piccole modifiche ad alcune ricette o tenere un diario di cosa si mangia.

Buone abitudini alimentari

Alcune buone abitudini a tavola possono essere d'aiuto:

  • mangiare più lentamente. Quando lo stomaco è sazio, impiega 20 minuti per comunicare questo messaggio al cervello; perciò, nutrirsi più lentamente aumenta le probabilità di mangiare di meno e, di conseguenza, avere meno cibo da digerire;
  • masticare bene. Impiegare più tempo per masticare bene significa non solo mangiare più lentamente ma anche dare un aiuto all'apparato digerente, che avrà porzioni di cibo più piccole da dover scomporre e digerire;
  • non inghiottire tutto d'un fiato. Inghiottire in un sol boccone fa ingerire dell'aria che causa gas intestinali, provocando una cattiva digestione;
  • pasti più piccoli e più leggeri. Pasti abbondanti e pesanti necessitano di più tempo per essere digeriti, facendo lavorare più duramente il sistema digestivo;
  • non mangiare a tarda serata. L'efficienza dell'apparato digerente è minima a fine giornata; cerca di mangiare l'ultimo pasto almeno tre ore prima di andare a letto.

Cibi e bevande che provocano diarrea

Non siamo tutti uguali: il nostro organismo reagisce in modi e tempi diversi da persona a persona. Ciò che può causare la diarrea in qualcuno può non avere effetti o addirittura agire da calmante per qualcun altro. A volte, dei cibi possono causare problemi, nonostante prima non provocassero alcuna reazione.

Tuttavia, vi sono alcuni cibi e bevande che possono, solitamente, essere causa di diarrea, tra cui:

  • alcol. Il tuo vino o liquore preferito può irritare lo stomaco. Ogni bevanda provoca un effetto diverso in ognuno di noi; prova a capire quali non vanno d'accordo con il tuo sistema digestivo e cerca di non berle;
  • cibi piccanti. Alimenti ricchi e piccanti possono peggiorare il dolore addominale per coloro che soffrono di sindrome del colon irritabile;
  • cibi fritti e ricchi di grassi. Aumentano l'intensità delle contrazioni intestinali naturali che avvengono durante la digestione e possono peggiorare i sintomi nelle persone che soffrono di diarrea;
  • cibi ricchi di fibre. Alcuni alimenti ad alto contenuto di fibre insolubili, come il grano e la crusca, possono risultare difficili da digerire e causare problemi intestinali*. Controllare gli ingredienti sul retro delle scatole di cereali può essere d'aiuto per individuare quali sono le fibre che il sistema digestivo riesce a processare meglio;
  • mangiare troppa frutta e verdura. Mangiare troppi fagioli, broccoli, cavoli, kiwi o troppe prugne può, per alcuni, essere causa di diarrea;
  • latticini. È risaputo che, in alcune persone, latte, formaggio, panna e altri prodotti caseari possono causare diarrea;
  • caffè e tè. Una delle cause scatenanti dei problemi di digestione in molte persone è stata identificata nella caffeina. Cerca di limitarne la quantità assunta giornalmente e prova a sostituire il caffè con tè verde o tisane;
  • dolcificanti. La diarrea è stata associata anche a dolcificanti artificiali come il sorbitolo e il fruttosio, presenti in bevande dietetiche e dolciumi, in parte a causa della scarsa capacità dell'intestino tenue di assorbirli.

Ricorda che i sintomi possono essere causati non dal cibo ingerito in giornata, ma anche da quello mangiato il giorno precedente. Oppure la causa potrebbe non essere il cibo in sé ma mangiare velocemente, tardi o in grande quantità.

Come evitare di mangiare cibo che provoca diarrea

Se pensi che certi alimenti possano essere la causa della tua diarrea, prova a individuare quali cibi ne sono responsabili tenendo un diario di ciò che mangi ogni giorno e di quando si verificano i sintomi.

Tieni un diario di ciò che mangi

  • Prendi un quaderno in cui ogni pagina corrisponde a un giorno;
  • Scrivi tutto ciò che mangi, includendo anche spezie, condimenti e bevande;
  • Annota il tuo livello di stress giornaliero. Sarai sorpreso dall'impatto che può avere sulla digestione;
  • Cerca collegamenti tra gli ingredienti. Ad esempio, pasta, pizza e panini sono cibi diversi ma contengono tutti grano;
  • Analizza le pietanze per arrivare agli ingredienti. Una volta individuate le pietanze responsabili dei disturbi intestinali, cerca di trovare quali sono i singoli ingredienti che li causano;
  • Pensa sul lungo periodo. Inizialmente, potrai non notare alcun collegamento ma, col passare del tempo, ti renderai conto di quali cibi ti causano problemi e potrai discuterne col tuo medico di base.

Se ti sei reso conto che la pasta al pomodoro ti provoca un attacco di diarrea, non è detto che tu sappia immediatamente qual è l'ingrediente che lo causa. Prova a scoprirlo mangiando pasta senza pomodoro e viceversa. Il ragionamento è analogo per ogni tipo di pietanza.

Hai un'intolleranza alimentare?

Le intolleranze alimentari più comuni sono quelle al:

  • glutine, una proteina contenuta in molti tipi di grano, tra cui frumento, orzo e avena;
  • lattosio, uno zucchero contenuto nel latte e in altri prodotti caseari.

Non siamo tutti necessariamente intolleranti a questi alimenti; tuttavia, è meglio essere al corrente del fatto che possono creare problemi.

Se pensi di avere un'allergia o un'intolleranza alimentare, consulta il tuo medico di base.

Problemi con le fibre?

Per alcuni, una dieta ad alto contenuto di fibre può causare diarrea o peggiorarne gli effetti. Bisogna, però, tenere in mente che esistono due tipi di fibre:

Fibre solubili. Presenti nella maggior parte degli agrumi e nella verdura, ad esempio patate e fagioli. Aiutano sia con la costipazione che con la diarrea, rendendo le feci più compatte tramite l'assorbimento di acqua;

Fibre insolubili. Si trovano nella crusca, nella farina integrale, nel riso e nella buccia di alcuni tipi di frutta e verdura. Possono essere d'aiuto in caso di costipazione, ma sono in grado di peggiorare i sintomi della diarrea. Detto ciò, non significa che bisogna evitare del tutto le fibre insolubili in caso di diarrea. Cerca di controllare cosa mangi e di scoprire quali sono quelle adatte al tuo sistema digestivo.

L'esercizio fisico può essere un grande supporto per l'apparato digerente e aiuta a liberarsi dallo stress.

IMODIUM® Capsule è un prodotto indicato per fermare la diarrea. Medicinale di automedicazione.

IMODIUM® Capsule Molli sono capsule piccole, morbide e facili da deglutire. Contengono un liquido che si scioglie delicatamente e ferma la diarrea. Medicinale di automedicazione.

IMODIUM® Orosolubile si scioglie in bocca in pochi secondi: indicato quando sei fuori casa. Medicinale di automedicazione.

ImoFlora™, Fermenti lattici vivi Bifidobatteri BB-12®. Integratore alimentare.